top of page

Michele Cristoforetti Sanremo rock Con il produttore Luca Valentini

Michele Cristoforetti cantautore Veneto dal Sanremo Rock al Tour.

Leo Giunta:

Michele Cristoforetti dal Sanremo ROCK con Percorsi Musicali di Luca Valentini e Carolina Roat al tour, oggi il suo singolo in rotazione su moltissimi network radiofonici e su EarOne.it EarOne

La sua storia:

Michele, si affaccia al mondo musicale nel 2005 quando inizia a suonare la chitarra nel garage di casa con un paio di amici per alientare le serrate in compagnia. L’anno dopo inizia a prender lezioni di chitarra e contemporaneamente forma una prima formazione musicale con due chitarre, basso e batteria che propone Cover rock italiane tra le più svariate. Nel 2008 la band prende il nome di “Kascade” e inizia a suonare per bar, feste e locali e di tutta la provincia. Successivamente la sua formazione cambia più volte diventando sempre più completa e professionale, sperimentando idee e generi che hanno contribuito a trovare un’identità chiara e definita. Inizia così il percorso da solista di Michele che mette i racconti di vita a comporre i suoi versi e le melodie, cercando nel frattempo dei compagni di Live seri e professionali, musicalmente vicini sua linea d’onda. Nel 2013 l’ultimo lavoro come band “hard rock” creano un repertorio grintoso e incendiario che dà loro ottimi giudizi dalla critica specialistica. A questo punto Michele decide di rimettersi in gioco con i suoni e i contenuti dai quali era partito, ritenendoli quelli che gli appartengono di più. Mettendosi al lavoro pensa quindi di proporre sue idee di qualche anno prima provando a produrre alcuni brani come solista, avvalendosi dei suoi “Kascade” per proporre “Live” i suoi brani, e le Cover del miglior cantautorato italiano che li distingue.

Oggi l’artista è in Tour con l’album delle pose.

Le tematiche dell’amore, della dipendenza, dell’analisi sociale e personale e dello scorrere del tempo, fanno del nuovo album di Michele Cristoforetti Muoviti, un lavoro artistico maturo ed ideologicamente eclettico. Si passa infatti da momenti narrativi caratterizzati da uno sguardo più generalista ad angoli di intimità carichi di sentimento. A fare da culla sonora al tutto è quel pop/rock melodico italiano capace traghettare l’emotività di chi lo ascolta verso le stanze più recondite della propria sensibilità. Una fusione agrodolce di poesia e tematiche sociali coadiuvata da un genere musicale spiccatamente legato alla melodia italiana d’autore senza dimenticare sfumature dal carattere più prettamente rock.

Michele Cristoforetti: Muoviti

Michele Cristoforetti ha pubblicato Muoviti,l’album intimista del cantante trentino che fonde poesia e tematiche sociali con la melodia italiana d’autore…


Michele Cristoforetti, Muoviti

Le tematiche dell’amore, della dipendenza, dell’analisi sociale e personale e dello scorrere del tempo, fanno del nuovo album di Michele Cristoforetti Muoviti, un lavoro artistico maturo ed ideologicame



nte eclettico. Si passa infatti da momenti narrativi caratterizzati da uno sguardo più generalista ad angoli di intimità carichi di sentimento. A fare da culla sonora al tutto è quel pop/rock melodico italiano capace traghettare l’emotività di chi lo ascolta verso le stanze più recondite della propria sensibilità.

Una fusione agrodolce di poesia e tematiche sociali coadiuvata da un genere musicale spiccatamente legato alla melodia italiana d’autore senza dimenticare sfumature dal carattere più prettamente rock.

«Quando ho scritto quel primo verso non avrei mai immaginato di metterlo in musica (…) Avevo rotto il ghiaccio con me stesso, mi ero scoperto completamente, accendendo tutte le luci» dice Michele Cristoforetti.

I brani contenuti nel disco di Cristoforetti sono Antologia di viaggio: suoni, colori ed immagini raccontate dal grande fiume durante il suo percorso tra le opposte realtà sociali di provincia e di città. Nonostante le diversità e le peculiarità di entrambe le realtà, il fiume scorre imperterrito lungo il suo percorso, trasmettendo poesie e ricordi immutabili nel tempo; L’album delle pose; Muoviti: brano che dà il titolo all’album, vuole essere un richiamo al cercare una propria identità e un proprio posto all’interno della società odierna, ovvero di non restare a guardare, di non aspettare di essere scelti ma bensì di scegliere. Affiancato all’aspetto sociale. Sigaro Cubano – feat. Maurizio Solieri:di cui possiamo vedere il video; Il mio tempo; Capita che; Bella paura. Gente metropolitana, una cover molto sentita del brano di Pierangelo Bertoli, estratto dall’album Oracoli (1990); La storia siamo noi: cover del brano di Francesco De Gregori, estratto dall’album Scacchi e Tarocchi (1985) e Sigaro Cubano (original): prima produzione del brano, con esperimenti sonori che mi hanno portato a scoprire quali linee artistiche seguire.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page